torna alle news
25/11/16

Lo Sportello Banda Larga: il posto dove informarsi

Descrizione dei contenuti e sugli sviluppi dello strumento che ha lo scopo di informare e aggiornare il pubblico sul progetto Banda Ultra Larga in Trentino.

 

Premessa sul progetto Banda Ultra Larga

L’11 febbraio 2016 la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano ha sancito l’accordo quadro per lo sviluppo della Banda Ultra Larga sul territorio nazionale verso gli obiettivi EU2020 (ai sensi della delibera CIPE 6 agosto 2015). Negli indirizzi adottati è stato scelto il solo modello di intervento diretto per l’attuazione del Piano di Investimenti nelle aree a fallimento di mercato.

A livello provinciale il 1° luglio 2016 con Delibera della Giunta Provinciale n. 1149 è stato approvato l’Accordo di Programma per lo sviluppo della Banda Ultra Larga tra la Provincia Autonoma di Trento ed il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) e lo stesso è stato sottoscritto in data 26 luglio 2016. L’accordo prevede che INFRATEL Italia, supportata da Trentino Network, sia il soggetto attuatore a svolgere le procedure di selezione per l’individuazione di uno o più soggetti per la realizzazione della Banda Ultra Larga in Trentino. 

A valle dell'Accordo di Programma sottoscritto è seguita la pubblicazione, da parte del MISE/INFRATEL, del bando concernente l’intervento pubblico contenente uno specifico lotto per il Trentino assieme alla Regione Friuli Venezia Giulia. L’infrastruttura realizzata resterà di proprietà pubblica (MISE–PAT) secondo la proporzione dell’investimento e sarà data in gestione al concessionario del contributo.

 

Lo Sportello Banda Larga

Con lo scopo di informare cittadini, enti locali ed imprese trentine dell’iniziativa sulla Banda Ultra Larga, la Giunta Provinciale in fase di accordo Stato-Regioni, attraverso il Dipartimento Infrastrutture e Mobilità, ha previsto una serie di iniziative che vanno ad accompagnare lo svolgimento del progetto di realizzazione della Banda Ultra Larga in Trentino.

Una delle iniziative, denominata Sportello Banda Larga ha l’obiettivo di fornire informazioni e dati utili ai cittadini ed alle aziende su un ambito, quello della Banda Larga e Banda Ultra Larga per il settore privato, che nel tempo vede un evidente  e crescente interesse degli utenti finali ed al contempo anche una sempre maggiore confusione e complessità.

Lo Sportello Banda Larga intende anche costituire il fulcro informativo per l’adozione delle misure previste nel Decreto 33/2016 del 15 febbraio 2016 che prevede le misure volte a ridurre i costi dell’installazione di reti di comunicazione elettronica ad alta velocità e l'istituzione del catasto federato delle infrastrutture, azione questa rivolta agli enti locali e alle società municipalizzate e le informazioni riguardano la normativa, gli obblighi in capo ai soggetti proprietari, le modalità di concessione agli Operatori, le linee guida mirate a diffondere la conoscenza sulle infrastrutture civili esistenti.

Lo Sportello Banda Larga, che è gestito in collaborazione tra la società di sistema Trentino Network Srl e l’Ufficio Stampa della Provincia è costituito da vari canali informativi: 

Il progetto dello Sportello Banda Larga è strutturato in tre fasi:

1. illustrazione del progetto: a luglio 2016 sul sito www.trentinoinrete.it è stato pubblicato il progetto e descritti gli obiettivi dell’iniziativa per lo sviluppo della Banda Ultra Larga in Trentino; 

2. verifica della copertura e muticanalità: a fine ottobre 2016 il sito www.trentinoinrete.it viene integrato con un supporto informativo per la verifica della copertura internet e attivato il numero verde 800.228040

Il supporto informativo, destinato a cittadini e imprese, è costituito da una base informativa comune sulle reti in rame, in fibra ottica e radio, che viene costantemente alimentata in collaborazione con gli Operatori privati che hanno infrastrutture di rete sul territorio. L’utente ha quindi la possibilità di verificare, sulla base di un indirizzo e della tipologia (residenziale o azienda), quale sia la copertura dei servizi disponibili, sulla rete rame in tecnologia DSL, rispetto alla possibilità di essere collegato direttamente in fibra ottica (sulla base della distanza dal punto di aggancio più vicino sulla rete dorsale pubblica) oppure anche attraverso collegamenti di accesso in tecnologia radio. Contestualmente è stata data la possibilità sul portale di inviare ulteriori richieste informative qualora l’utente non avesse trovato risposta alle proprie necessità oppure dovesse segnalare delle situazioni non in linea con quanto indicato nel database degli Operatori, oppure di contattare un call center per chiedere informazioni o fare segnalazioni attraverso il numero verde.

3. programmazione degli interventi ed interazione con enti locali: la terza fase, prevista tra febbraio e marzo 2017 (in funzione della conclusione dell’iter di gara), prevede l’aggiunta sul sito delle informazioni di programmazione degli interventi

Alla base informativa (già costituita nella fase precedente) vengono aggiunte le informazioni relative alla programmazione degli interventi di realizzazione da parte del Concessionario sulle aree bianche (a fallimento di mercato) e contestualmente anche quella degli Operatori nelle aree di mercato (Trento, Rovereto, Riva del Garda, Arco e Pergine). In tal modo le aziende e i privati avranno accesso in modo geolocalizzato oltre alle informazioni di copertura dei servizi esistenti anche a quelle previste nei mesi successivi secondo i programmi di sviluppo definiti e concordati con il Concessionario. E’ prevista inoltre la pubblicazione sul sito di una nuova sezione che ha lo scopo di fornire informazioni e modelli alle amministrazioni comunali ed alle società municipalizzate su come contribuire al progetto (per le aree bianche) per il loro ruolo di proprietari di infrastrutture e per facilitare le attività di scavo e di posa, la normativa del settore, linee guida e buoni esempi.