La banda ultra larga arriva in Trentino


Gli obiettivi


Con la firma del 8 novembre 2017 del contratto di concessione per tutti i sei lotti aggiudicati nella gara di giugno 2017 pubblicata da Infratel Italia S.p.A(*), Open Fiber S.p.A è ora di fatto incaricata di realizzare la rete a banda ultra larga nelle aree a fallimento di mercato (chiamate aree bianche) della Provincia Autonoma di Trento.

L’intervento per la realizzazione della rete a banda ultra larga nella aree bianche del Trentino è stato suddiviso in 4 fasi distanziate ciascuna di due mesi, ognuna comprendente un numero di comuni da raggiungere.


Sviluppo dell'intervento nelle aree bianche

01/03/19

Aggiornata la tabella di previsione degli interventi

Aggiornata la tabella di previsione degli interventi per ogni comune (vedi home page) con le indicazioni fornite da Open Fiber SpA in merito agli interventi previsti per il 2019.

04/02/19

Comuni che hanno sottoscritto la convenzione al 1 febbraio 2019

Da comunicazione Infratel si apprende che al 1 febbraio 2019 i comuni trentini che hanno sottoscritto e inviato la convezione a Infratel Italia SpA sono 151 (191 pre-fusione)

03/01/19

Comuni che hanno sottoscritto la convenzione al 19 dicembre 2018

Da comunicazione Infratel si apprende che al 19 dicembre 2018 i comuni trentini che hanno sottoscritto e inviato la convezione a Infratel Italia SpA sono 135 (173 pre-fusione)

04/12/18

Operatori fibra ai 28, attenzione a pubblicità fuorvianti

Stop alle pubblicità fuorvianti che spacciano ai consumatori connessioni internet ultraveloci in fibra quando in realtà sono in rame perché, oltre a ingannare i consumatori, c'è il rischio di minare la diffusione delle reti ad altissima capacità e gli investimenti collegati. Le misure adottate dall'Italia per evitare l'abuso del termine 'fibra' sono quindi un esempio positivo da seguire in Europa.