Stato di avanzamento dei lavori di infrastrutturazione della banda ultra larga nelle aree a fallimento di mercato del Trentino.
Lavori di infrastrutturazione eseguiti da Open Fiber SpA.

(*) Il progetto Infratel/Open Fiber e i numeri qui esposti fanno riferimento alla situazione dei comuni trentini antecedente alle fusioni.

La banda ultra larga arriva in Trentino

Con la firma del 8 novembre 2017 del contratto di concessione per tutti i sei lotti aggiudicati nella gara di giugno 2017 pubblicata da Infratel Italia S.p.A(*), Open Fiber S.p.A è ora di fatto incaricata di realizzare la rete a banda ultra larga nelle aree a fallimento di mercato (chiamate aree bianche) della Provincia Autonoma di Trento.

Le aree del Trentino considerate a fallimento di mercato (aree bianche) corrispondono a tutti i comuni ad esclusione dei comuni di Trento, Rovereto, Riva, Arco e Pergine dove la copertura della banda ultra larga, considerata profittevole, è realizzata direttamente dagli operatori di telecomunicazione. Questo sito riporta informazioni inerenti solo la copertura della banda ultra larga per le aree bianche.

L’intervento che Open Fiber intende realizzare per coprire con la banda ultra larga le 276.188 unità abitative presenti in Trentino (numero di unità abitative presenti nelle aree bianche) è portare la fibra ottica direttamente nell’abitazione (Fiber To The Home - FTTH) e dove questo, per motivi fisici o geografici risultasse irrealizzabile, mettere a disposizione una connessione tramite antenna da installare presso l’abitazione, in questo caso l’antenna si collegherebbe via onde radio ad un punto di diffusione del segnale raggiunto a sua volta dalla fibra ottica (Fiber To The Antenna - FTTA, modalità chiamata anche FWA - Fixed Wireless Access).

» Contesto e obiettivi del progetto

» Gli interventi nelle aree bianche del Trentino

Torna all'inizio